Perchè scegliere noi


Yoga

Lo yoga è una pratica millenaria che tende all’equilibro e alla salute del corpo e della mente,è un percorso di consapevolezza e di crescita interiore che passa attraverso il lavoro sul corpo e il superamento dei propri limiti, il respiro, fonte di vita e la meditazione nutrimento per l’anima. L’associazione mette a disposizione diversi insegnanti qualificati con differenti approcci alla pratica per poter meglio venire incontro alla sensibilità degli studenti. Leggi di più

Girokinesis®

La Girokinesis® si compone di uno schema di esercizi a corpo libero che inizia da seduti per continuare in piedi e sul tappetino ed è praticato in classi. La Gyrokinesis® usa movimenti circolari rendendo il corpo agile e flessuoso consentendogli di espandersi in più direzioni. Ogni esercizio è sincronizzato con un modello di respirazione che va dal più dolce al più forte. Particolare enfasi viene data al miglioramento dell'elasticità della colonna vertebrale lavorando sulla parte sana. Leggi di più

Meditazione

La Meditazione è lo strumento migliore che abbiamo per conoscerci realmente e trovare pace interiore; stimola la consapevolezza e permette di connetterci con la propria saggezza interiore.
Diverse sono le tecniche di meditazione : la vipassana, lo zen e il Japa (recitazione di mantra). Tutte queste vengono insegnate e proposte dall'associazione.
Leggi di più



Lettura


Baghavad Gita – seconda parte

Parlando della Baghavad Gita abbiamo spesso affermato che è un vero e proprio trattato di yoga. Ed è proprio così, tant’è che spesso vi si trovano principi già visti negli Yoga Sutra di Patanjali. I protagonisti, sia dei Kuru che dei Pandava, sono realmente esistiti, ma Vyasa ha aggiunto molti personaggi inventati proprio perché il tutto è anche una grande metafora e si è servito di questi elementi minori per illustrare un gran numero di caratteri umani. La Gita non è solo il racconto di una guerra tra parenti o un trattato che descrive molte pratiche yoga ma, dunque, è anche qualcos’altro. La battaglia nella pianura di Kuruksetra altri non è che un’allegoria del sentiero spirituale dove Arjuna rappresenta il cercatore, colui che intraprende il percorso verso il divino e Krshna il simbolo del divino che c’è in ognuno di noi.
Non per nulla il divino Krshna afferma che i sentieri per arrivare al divino sono infiniti e sono legati ai temperamenti delle persone. La battaglia di Kuruksetra quindi, pur essendo un evento storico, è anche la rappresentazione della lotta finale per liberarsi dalla morsa della Maya (l’illusione) per dirigersi verso l’illuminazione.
Baghavad Gita significa “Canto del beato”: è infatti un poema che Vyasa ha composto probabilmente per aiutare coloro che volevano elevarsi verso dimensioni più alte della coscienza.
Buona pratica a tutti.
MPG
Tutte le letture

Iscriviti alla Newsletter per rimanere informato